domenica 30 giugno 2013

365 days - 365 giorni


365 giorni.

Le mani che tremano, gli occhi lucidi, l'emozione...è passato un anno eppure quando
ripenso a quel giorno riesco rivivere ogni sensazione quasi con la stessa intensità.
Ricordo perfettamente ogni dettaglio: i preparativi, il caldo, il ventilatore nel salotto che sposta pigramente l'aria, l'attesa, le mille sigarette, le risate nervose.
Ricordo gli abbracci, lo champagne fresco condiviso, la cerniera dell'abito che sale lungo la schiena
il braccio saldo di mio zio mentre percorro i pochi metri verso il comune.
Soprattutto ricordo l'attimo in cui ti ho visto.
Sotto il sole, bellissimo ed emozionato, mi è bastato guardarti per capire che non avrei voluto essere in nessun altro luogo.
Non ho mai pensato che mi sarei sposata, per la maggior parte della mia vita ho considerato il matrimonio un'opzione assurda, troppo cinica per credere al per sempre.
Eppure quando mi hai chiesto "vuoi diventare mia moglie" non ho avuto dubbi, la risposta è uscita dalle mie labbra senza incertezze ed è stato in quel momento che ho capito che tutte le mie paure, tutto il mio cinismo, tutte le mie convinzioni non esistevano più.
Sposarti è stata la decisione migliore che io abbia mai preso, mi hai reso una persona migliore, hai trasformato il mio mondo, hai dato un senso ad ogni cosa.


365 days.

Shaking hands, glistening eyes, thrills...a year has passed and I still can feel the emotions of that day with the same intensity.
I perfectly remember every detail: the preparation, the hot air moved by a slow fan through the livingroom, the wait, the cigarettes, the nervous laughters.
I remember the hugs, the cool champagne we shared, the zipper of my wedding dress on my back, the firm arm of my uncle supporting me on the few steps to the town hall.
But most of all I remeber the moment I saw you.
Under the bright sun, beautiful and thrilled, just looking at you made me understand that was the only place I wished to be.
I never thought I was going to get married, for the majority of my life I considered marriage as a ridicolous option, I was too cynical to believe in "forever", too marked by my own personal story.
And yet when you asked "Will you be my wife?" I had no doubts, the answer came without uncertainty and in the exact moment I understood that all my fears, all my cynism, all my silly ideas do not exist anymore.
Becoming your wife was the best decision I ever took, you made me a better person, you changed my world, you gave a meaning to everything.


Nessun commento:

Posta un commento